Luana Rondinelli

Attrice, drammaturga e regista. Nata nel 1979 a Roma, ma cresciuta a Marsala, si diploma alla scuola di teatro del comune di Marsala diretta dal maestro Michele Perriera. Continua la formazione presso Ribalte, scuola romana di recitazione guidata da Enzo Garinei, e partecipa a molteplici laboratori. Nel 2011 fonda la compagnia Accura Teatro ed è autrice e regista di TADDRARITE: pièce contro la violenza sulle donne, con cui conquisterà il premio della critica al contest internazionale Etica in Atto 2013, oltre a quello del Roma Fringe Festival 2014 come miglior spettacolo e drammaturgia. Vittoria, quest’ultima, che consentirà l’approdo della rappresentazione negli USA al San Diego International Fringe Festival 2016, anticipato dalla chiamata all’In Scena! Italian Theater Festival 2015 di New York. Altri riconoscimenti le giungono per GIACOMINAZZA, testo da lei creato e recitato, insignito quale miglior scrittura originale al festival nazionale Teatri Riflessi di Catania, e in seguito premiata come miglior caratterista e miglior drammaturgia al Premio Città di Leonforte; e per A TESTA SUTTA che scrive per l’interpretazione di Giovanni Carta, ottenendo il Premio Fersen alla drammaturgia in un anno che, peraltro, la vede in giuria al prestigioso Premio Mario Fratti di New York.
Successi che anticipano il lungo lavoro svolto sulla stesura e creazione di PENELOPE – L’ODISSEA È FIMMINA, coronato alfine dalla vittoria del Premio Anima Mundi 2018 alla drammaturgia femminile, assegnatole al Piccolo Teatro Grassi di Milano, prima del debutto estivo sulla scena delle Dionisiache del Calatafimi Segesta Festival.
Nell’estate del 2019 il Teatro Stabile di Catania le commissiona un testo per i 350 anni dalla più grande eruzione dell’Etna, nasce così “ETerNA a’ vucca l’amma” per la regia di Nicola Alberto Orofino.
 A gennaio del 2020 dirige tre attrici di fama nazionale Donatella Finocchiaro, Claudia Potenza e Antonia Truppo, nella nuova versione di Taddrarite grazie al quale le verrà riconosciuto una menzione speciale per il teatro al Premio Afrodite.
L’11 agosto ha debuttato lo spettacolo “Sciara prima c’agghiorna” testo da lei scritto ispirato al libro di Franco Blandi (Francesca Serio La madre) con I Musicanti per la regia di Giovanni Carta, prodotto da Gregorio Caimi.