LA FORMA PERFETTA

di Fabio Pisano

.

Perché mi fissi così?

Non ti fisso è 

è la posizione.

Dovrei forse, forse dovrei porti lo sguardo basso.

Perché?

Per farti guardare la tua preda. La preda che hai pescato.

Forse è più giusto così è più

così almeno,

non ti guardo.

Forse è più giusto sì mentre, mentre con le mani tieni stretta la preda, in equilibrio.

In equilibrio?

Sì. Vorrei che stessi in equilibrio, su quello scoglio.

Quello scoglio?

Lo scoglio, proprio quello su

su cui ero?

Quello scoglio, sì.

Capisco.

Ti lascerò poggiata intorno alle braccia, anche la tua esile canna.

La mia esile canna.

La tua, sì.

E’ stata ritrovata?

No. Il mare quella, non l’ha restituita.

Peccato ci ero,

ci ero affezionato.

Mi dispiace.

Per la canna?

Ora non mi, ora non serve più.

Non per la canna. Mi dispiace.

Non dispiacertene.

Non è stata colpa tua.

Forse se / se mi fossi buttato in mare forse, forse a quest’ora.

Forse.

La verità è che mi sono paralizzato.

Paralizzato?

Sì, la paura fotte.

La paura, certo la

la paura fotte parecchio.

E’ la verità.

E’ la verità?

E’ la verità.

Sei sicuro?

Che vuoi dire?

Credo che t’abbia fottuto l’ambizione,

credo più della paura.

L’ambizione?

Perché mi fissavi così?

L’ambizione? Che vuol / che significa?

Io ero lì.

E tu mi guardavi mi

ma non con gli occhi di un padre non

ma con gli occhi di uno scultore.

Ma cosa / ?

Non mentirti.

Non sto mentendo, non mentirei a me stesso, non mentirei a te.

Lo stai facendo.

Non è vero.

Lo stai facendo.

Ma ora non serve.

Non è vero.

Ora non

non serve.

Non è /

Non riesci più a dirlo. Visto?

Non riesco.

Non c’è nulla di male, non c’è

non c’è nulla di male.

Non c’è nulla di male, no.

Poi nessuno poteva prevederla,

quell’onda, giusto?

La chiamano anomala, i pescatori.

Ecco. Anomala.

Era anomala.

Era anomalo che tu

che tu mi fissassi.

Sarei intervenuto, ma non t’ho visto più.

Mi sono sentito come inghiottito, mentre tu

mentre tu mi fissavi.

Per i miei occhi eri ancora lì, anche se non c’eri più. La forma. E’ stata lei.

Per questo non sei

non hai fatto nulla per / ?

E’ stata lei.

Per questo hai portato il mio corpo hai

hai usato il mio corpo hai

coperto il mio corpo?

Per questo. Per quella forma.

La forma, a dispetto della vita, è eterna.

Lì accosciato su quello scoglio, con la tua preda, il tuo sorriso vincente. Eri perfetto.

Ti sei illuso lo fossi.

Lo eri.

Ora sarò solo forma.

Una forma perfetta.

Ti sei illuso,

lo fosse.