Gigi Spedale

Nel 1988 è fra i fondatori della storica compagnia messinese Nutrimenti Terrestri, per la quale
produce fino al 1996, i lavori teatrali e cinematografici di Ninni Bruschetta e Francesco
Calogero, nei cui cast spiccano Sergio Castellitto, Renato Carpentieri, Lucrezia Lante
della Rovere, Valeria Golino, Fabrizia Sacchi, Roberto De Francesco, Massimo Piparo e
le coproduzioni con Teatri Uniti di Napoli.
Tra il 1992 e il 1999 dirige la casa di produzione Entr’acte.
Per le Orestiadi di Gibellina ha prodotto opere sperimentali come I carabinieri di Joppolo, regia
di Ninni Bruschetta e Madeleine suite di Ralph Towner e Mariella Lo Sardo, che miete successi
dal TaoArte Festival alla Casa del Jazz in Roma, con tournée in teatri e nei canali della Radio
nazionale Svizzera .
Ha al suo attivo coproduzioni cinematografiche con Germania, Inghilterra, Cile, Grecia, Cipro.
Il gusto per l’innovazione e la contaminazione tra diversi linguaggi performativi lo porta a
realizzare, per MarVin Bros srl e il Teatro V. Emanuele di Messina, due opere liriche a disegni
animati , regia di Vincenzo Tripodo, grande successo in cartellone della stagione lirica 2010.
Cura la produzione del film Scuru, premio Solinas 2010 per la sceneggiatura di Paolo
Pintacuda.
Ha curato gli allestimenti di decine di opere teatrali e musicali contemporanee con interpreti
quali Vincenzo Pirrotta, con incursioni nei flash mob di poesia e musica con la grande poetessa
Jolanda Insana e la compagnia ActorGym.
Dirige numerose rassegne teatrali e musicali e festival dedicati ai nuovi autori e linguaggi
teatrali, come Intermittenze, che ospita in Milazzo le migliori compagnie di ricerca italiane, da
Scimone e Sframeli e Anna Mazza a Elena Bucci e Marco Sgrosso, da Danio Manfedini
ad Antonio Alveario.
Dal 2011 è presidente della Rete Siciliana di Drammaturgia Contemporanea Latitudini,
che riunisce oltre 50 compagnie e teatri siciliani, con la quale coorganizza le stagioni di diversi
Teatri privati e pubblici in Sicilia, tra i quali il centro multidisciplinare ZO di Catania, Spazio
Franco di Palermo e diversi altri in tutta la regione, oltre a diversi festival, tra i quali
CromoSoma Sicilia, Teatro Bastardo, Mercurio Fest. A Latitudini viene conferito il Premio
della Critica ANCT 2019.
Ha prodotto INSANAMENTE Riccardo terzo di Roberta Torre in scena al Piccolo di Milano.
Dal 2014 dirige la sezione teatrale e cinematografica del SabirFest in Messina, Catania e Reggio
Calabria..
Nel 2015 dirige e organizza in Cagliari con il Teatro Stabile di Sardegna il Festival teatrale
ØScena SICILIA, interamente dedicato alla nuova drammaturgia siciliana, con ospiti Spiro
Scimone e Luigi Lo Cascio e diverse compagnie teatrali siciliane.
Dal 2015 cura regia e produzione del progetto multidisciplinare QUASIMODALE con i versi
di Salvatore Quasimodo musicati in Jazz da Rosalba Lazzarotto con Luciano Troja, grande
successo al Messina Sea Jazz Fest e nella stagione della Filarmonica Laudamo.
Dal 2016 organizza la Residenza internazionale di Drammaturgia WRITE, diretta da Tino
Caspanello, con ospiti fra i più valenti autori d’Europa, Premio della Critica 2018, conferito
dall’Associazione Nazionale Critici di Teatro.
Dal 2017 dirige la sezione teatro di Agosto in.. Fiera di Messina e cura le tournèe siciliane
delle opere musicali dell’Orchestra di Piazza Vittorio.
Nel 2020 è produttore esecutivo del film documentario LUSSU di Fabio Segatori, con
Renato Carpentieri, Galatea Ranzi e Giacomo Fadda.